Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Editoriali Piraha: una vita senza tempo

Versione stampabile Segnala ad un amico

Il potere è adesso, ma lo sa un solo popolo sulla terra
Vivere giorno per giorno, senza miti a cui ispirarsi, ideologie, ma soprattutto senza tempo da rincorrere. Nel mondo esiste un popolo che ha saputo rinunciare al tempo e alla religione. Sono i Piraha dell'Amazzonia.
A studiarli e a scoprire i loro incredibili segreti è stato un antropologo inglese, Dan Everett della University of Manchester cha ha pubblicato il resoconto del suo lavoro sul campo, durato sette anni, sulla rivista Current Anthropology.
Il popolo dei Piraha era già noto agli antropologi, ma fino ad ora nessuno aveva dedicato loro una particolare attenzione. Eppure sono tra i popoli più singolari del Pianeta. "Quando domandavo loro - spiega Everett - come fosse stato creato il mondo ricevevo una risposta davvero singolare:’il mondo è creato’. E quando insistendo chiedevo loro in che modo il loro Dio avesse creato il mondo, la risposta arriva immediata e ineffabile: ‘tutte le cose sono state fatte’ ".
Ma i Piraha non solo non hanno una mitologia, ma nemmeno hanno un senso del tempo, dei numeri e dei colori. Tanto che nella loro lingua, basata solo su sette consonanti e tre vocali, non esistono le parole corrispondenti a prima, dopo, ai numeri, ai giorni, ai colori. E quando si insegna loro a contare, nessuno di loro riesce a farlo. "Mi chiedevo perché insistevano a voler venire a casa mia a imparare a contare se poi nessuno di loro riusciva a fare 1 più 1 - racconta Everett - e la risposta era semplicemente che lo facevano perché stavano bene con me e si divertivano. A loro dei numeri non interessa nulla".
Si tratta di un caso davvero particolare. Tutte le popolazioni della Terra hanno infatti nel loro linguaggio le corrispondenti indicazioni temporali, quantitative e, soprattutto, una cosmogonia di riferimento. I Piraha invece non hanno nulla di tutto ciò. Ma non vuol dire che non abbiano una religione. Solo che anch'essa è calibrata sul loro mondo, che gira tutto intorno alle personali e immediate esperienze personali. In altre parole, la loro filosofia di vita, che determina la loro religione e anche il loro approccio molto pratico ed empirico alla realtà si potrebbe riassumere, spiega Everett, nel motto ‘Qui e ora’. Tutto il resto per i Piraha non conta.
Un esempio di questa loro visione del mondo si riflette nella religione. Secondo i Piraha, la vita è attraversata e condizionata da una serie di spiriti maligni che vivono in dimensioni parallele (sembra quasi la teoria delle stringhe) e di volta in volta interferiscono con le azioni quotidiane.

Data: 21/03/2006
Fonte: Lanci - New scientist

almanacco.rm.cnr.it


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online