Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Stiamo scherzando.. Rientro a casa

Versione stampabile Segnala ad un amico

Mai rientrare senza avvisare..

Una donna rientra a casa e trova il marito a letto con una bella e
giovane ragazza.

"Porco schifoso!" gli grida la donna, "Come hai potuto farmi questo,
una moglie fedele, la madre dei tuoi figli! Ti lascio immediatamente,
chiederò il divorzio!"

E il marito: "Ehi un momento, lascia che almeno ti spieghi una
cosa..."

"Va bene, - dice la moglie - tanto queste saranno le tue ultime
parole che ascolto..."

Lui comincia: "Stavo entrando in macchina per venire a casa quando si
è avvicinata questa ragazza e mi ha chiesto un passaggio. Sembrava
smarrita, impaurita e indifesa: mi ha fatto compassione, così l'ho
fatta salire in auto. Ho notato che era molto magra, mal vestita e assai
sporca.

Mi ha detto che non mangiava da tre giorni! Così, preso dalla
compassione, l'ho portata a casa e le ho scaldato gli involtini di
carne che avevo preparato per te ieri sera, quelli che non hai
mangiato per timore di metter su peso. Beh, li ha divorati in un istante!

Visto che era sporca l'ho invitata a farsi una doccia e mentre era in
bagno ho visto che i suoi abiti erano lerci e pieni di buchi: li ho
buttati via.
Dal momento che aveva bisogno di vestirsi, le ho dato i tuoi jeans di
Armani di qualche anno fa, che tu non metti più perché ti sono
diventati stretti.
Le ho dato anche l'intimo che avevo comprato per il tuo compleanno,
ma che non indossi perché dici che ho cattivo gusto.

Le ho dato anche quella camicetta sexy che mia sorella ti ha regalato
a Natale ma che non metti per farle un dispetto, e anche quegli stivali
che avevi preso in quella costosa boutique ma che non portavi perché
in ufficio una ne aveva un paio uguali..."

A questo punto l'uomo tira un lungo respiro e continua: "Mi era così
grata per la mia comprensione e aiuto che mentre l'accompagnavo alla
porta, mi si è rivolta in lacrime e mi ha chiesto: "Non c'è
qualcos'altro che tua moglie non usa più?"


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online