Home page Biospazio.it Informazioni Links Iscriviti Test Argomenti
 Libro 
 

La Dieta Top Energy

Anche come Ebook

 

 Facebook 
 
 

 Test 
 
 

 Annunci Google 
 
 

 Iscriviti 
 

Sei interessato alle medicine complementari? Iscriviti al sito per ricevere la newsletter.

 

 Menu 
 
· Home
· Argomenti
· Test
· Iscriviti
· Links
· Info
 



 
Alimentazione L'identikit degli italiani a tavola

Versione stampabile Segnala ad un amico

Abitudinari e spesso a dieta
(ANSA) - ROMA, 25 ott - Tradizione e buone maniere: dal lavarsi le mani, alla tavola ben apparecchiata, all'iniziare a mangiare quando tutti sono pronti. Ma spesso anche niente tv o telefono quando si mangia. L'identikit degli italiani a tavola si direbbe all'insegna del bon ton.
E' quanto emerge dal rapporto 'Gli italiani a tavola' condotto da Format per Salute-la Repubblica e Somedia, e presentato oggi a Roma al convegno Alimentazione e Salute.
Dal sondaggio, che ha preso in esame un campione rappresentativo di 833 italiani, emerge che mettersi a tavola e' sinonimo di occasione di stare insieme familiari, amici e conoscenti per l'84,5% degli italiani. Si lava le mani prima di sedersi a tavola il 93,4%, non risponde al telefono il 27,1%, mentre spegne la tv il 42,7%. Ancora piu' alta la percentuale di coloro che non si alzano prima che tutti abbiano terminato (73%), o che non comincia se tutti non sono pronti (88,4%). Ci tiene a che la tavola sia ben apparecchiata il 67,2%. Bon ton, insomma, ma anche un'insoddisfazione latente: il 45,7% e' infatti insoddisfatto del suo peso e solo il 26,4% si dice complessivamente soddisfatto del proprio modo di mangiare.
Vanno per la maggiore pane e pasta secondo le tradizioni culinarie del Belpaese, mentre non e' in generale preferita la cucina esotica: a mangiare tutti i giorni pane e' il 77,7% del campione, il 70,2% la pasta. La carne e/o il pesce li mangia tutti i giorni solo l'11,7% degli italiani: pollo il 3,8%, carne rossa il 4,2%, pesce il 3,7%. Le verdure sono consumate ogni giorno dal 64,9%, meno della frutta (77,3%). E infine la cucina di altri Paesi al 58,6% piace poco o nulla.
Sulle scelte di acquisto, i cibi pronti sono la norma solo per il 37,3% degli intervistati ma nella gran parte dei casi (87,5%) soltanto una volta a settimana o anche meno. La maggioranza (85,6%) mangia a casa in prevalenza e consuma i tre pasti canonici giornalieri il 67,3% (mentre ne fa solo due, il 24,8%), anche se dedica a pranzo e cena in media (56,8%) tra i 10 e i 30 minuti.
Per il 20,6%, quello del cibo risulta essere il momento migliore della giornata, mentre si sente perennemente a dieta il 34,8% e al 30,4% risulta spesso di non sentirsi a posto col mangiare. Uno su tre afferma che e' il regime dietetico a dettare le scelte a tavola, ma il 64,6% si rifa' solo alle tradizioni familiari.(ANSA).


 
 
 Login 
 
 Nickname
 Password
 Ricordati di me


Non hai ancora un account?
REGISTRATI GRATIS.
Come utente registrato potrai sfruttare tutti i servizi offerti.
 

 Link Correlati 
 
 

© Copyright by Biospazio.it - Site by SCC online